Il museo Number Twenty Nine (Numero Ventinove) è un'antica residenza in stile giorgiano, costruita nel 1794, che ricrea una casa borghese a Dublino fra il 1790 e il 1820.

Visitando la casa

La visita ha inizio con un video introduttivo, dove la signora Olivia Beatty, l'antica inquilina della casa numero 29, racconta come era la sua famiglia e come si svolgeva la sua vita nei 12 anni in cui visse in questa casa.

Dopo il percorso virtuale, inizia la visita dell'enorme casa. Nel piano seminterrato si trova una grande cucina, la dispensa e la stanza della governate. Salendo di un piano, si raggiunge la sala da pranzo, dove si trova un frigo di legno, utilizzato per raffreddare il vino. Questo, insieme alla cassa dove si conservava il tè, era chiuso a chiave, per prevenire i furti da parte della servù.

Al primo piano vi era un grande salone dedicato agli eventi sociali, ma anche una piccola e intima sala. La stanza conosciuta come la "camera delle arrabbiature", era una toletta dove la padrona di casa aveva il tavolo per cucire e una scrivania.

La stanza da letto principale accoglie un letto dell'inizio del XIX secolo, una strana sedia per fare esercizi e un bagno rudimentale. Questa stanza attrae ancora di più l'attenzione se la paragoniamo con l'austera camera dell'istitutrice, che si trova nel piano più alto dell'edificio. Qui si possono vedere degli esempi delle lezioni di cucito che ricevevano i bambini

L'ultima stanza della casa era quella dei bambini, dove si possono vedere alcuni giochi originali, fra cui le grandi case di bambole perfettamente arredate.

Una casa da sogno

La visita della casa del numero 29 è gradevole e divertente. I tour guidati si realizzano in inglese e la guida commenta dei dati interessanti.

Se non capite l'inglese, all'ingresso vi daranno dei depliant in italiano con spiegazioni sul percorso.

Orario

Momentaneamente chiusa per lavori di ristrutturazione.

Prezzo

Adulti: 7€.
Studenti: 3€.
Ingresso gratuito con Dublin Pass.